Rotolo sacchi plastica piccoli, budget | Migros Migipedia
Migigpedia

Rotolo sacchi plastica piccoli, budget

Rotolo sacchi plastica piccoli, budget

Bleniostar
Bleniostarvor 3 Jahren
Io personalmente le acquisto sempre, sono comodi e penso tanti como me li tengono a portata di mano per diversi motivi e utilizzi. non sarebbe il caso di riuscire a proporre una opzione di sacchi piccoli ecologici come gia avete la linea eco per il compost ?
ma in versione rotolo sacchi piccolini cosi come il gia nominato rotolino da la budget?
Sarebbe un buon apporto per la causa ecologica che si porta avanti in questi tempi per continuare a creare coscienza anche indirettamente.

un saluto

3 Antworten

Letzte Aktivität vor 2 Jahren
  • M-Infoline
    moderator
    M-Infolinevor 3 Jahren
    Grazie per la tua richiesta @Bleniostar. Gli accertamenti richiedono un po' di tempo. Ti prego quindi di pazientare. Ti farò sapere appena possibile. Cordiali saluti e buona giornata, Tamara
  • M-Infoline
    moderator
    M-Infolinevor 3 Jahren
    Grazie per la tua pazienza @Bleniostar



    Le bioplastiche sono materie sintetiche realizzate con materie prime rinnovabili, parzialmente biodegradabili. La biodegradabilità di questi materiali dipende dall'azione di microrganismi o enzimi. Questi materiali possono essere realizzati con materie prime rinnovabili oppure con derivati del petrolio. Negli scorsi anni ci siamo più volte occupati a fondo del tema delle materie plastiche biodegradabili, stilando i relativi ecobilanci. Questi ecobilanci mostrano che le materie plastiche biodegradabili a base di mais e canna da zucchero non ottengono risultati migliori rispetto alle materie plastiche convenzionali, nonostante siano perlopiù realizzate con materie prime rinnovabili e siano compostabili. Uno studio ha permesso di confrontare i bilanci ecologici di un sacchetto in plastica convenzionale (HDPE) e di un sacchetto in bioplastica (PLA). Il normale sacchetto in plastica evidenzia un impatto ambientale pari alla metà di quello del sacchetto biodegradabile. I motivi del risultato negativo ottenuto dai sacchetti biodegradabili sono riconducibili ad aspetti della coltivazione delle materie prime rinnovabili come per esempio l’agricoltura intensiva, le monocolture e l’impiego di piante geneticamente modificate (per es. mais transgenico). Inoltre, per ottenere la stessa stabilità e resistenza delle plastiche convenzionali, i sacchetti realizzati con la bioplastica richiedono più materiale. Un altro problema è costituito dal fatto che la produzione di materiali biodegradabili in parte rivaleggia con la produzione di derrate alimentari: le bioplastiche sono ricavate per esempio da amido di mais, di patate o di soia, alimenti fondamentali per buona parte dell’umanità.




    Per i motivi summenzionati, allo stato attuale prendiamo in considerazione l’impiego di bioplastiche per sacchetti e altri imballaggi solo se negli ecobilanci queste ottengono risultati migliori rispetto alle materie plastiche convenzionali, se la loro produzione non entra in concorrenza con quella delle derrate alimentari e se la produzione non prevede l’utilizzo di organismi geneticamente modificati. Per questo utilizziamo una quota molto esigua di imballaggi a base di bioplastiche. Tuttavia, osserviamo con attenzione gli sviluppi in questo settore e li sottoponiamo a costanti verifiche. Anche uno studio degli ecobilanci EMPA sulle borse della spesa (versione 2014) conferma che i sacchetti di plastica compostabili ottengono risultati nettamente peggiori rispetto ai sacchetti realizzati con nuovo granulato e materiale riciclato. Lo studio dimostra che le borse compostabili determinano un effetto serra maggiore e un'eutrofizzazione superiore rispetto a quelle in nuovo granulato o materiale riciclato.




    Grazie per la tua comprensione e cari saluti, Luisa
  • Bleniostar
    Bleniostarvor 2 Jahren
    Grayie pr la risposta esaudiente, speriamo che con gli sviluppi e la collaborazione di tutti si riuscira ad ottenere un prodotto biodegradabile come si deve. un caro saluto